Itinerario | Egitto: le civiltà del Nilo

Info

Un itinerario integrale ed esaltante dell’antico Egitto: da Alessandria, vibrante metropoli mediterranea, al Cairo muovendosi  sulle piste desertiche fino alla suggestiva Oasi di Siwa. E per concludere la navigazione sul Nilo da Assuan a Luxor.

 

Serie
Viaggio di gruppo min. 6 persone

 

Hotels categoria standard
Hilton o similare (Alessandria)
Siwa Shali o similare (Siwa)
Isis Island o similare (Assuan)
M/n Amarco 1 (motonave)
Marriott o similare (Il Cairo)

 

Partenze
27 Ottobre 2019

 

Itinerario
10 Giorni / 9 Notti
Il Cairo – Alessandria – El Alamein – Siwa – Assuan – Luxor

 

Le quote includono
Voli internazionali di linea in classe turistica
Sistemazione in camera a due letti negli hotel indicati o di pari categoria
Trattamento di pensione completa
Tutti i trasferimenti, le visite e le escursioni menzionate
Tour su base privata con l’assistenza di un accompagnatore dall’Italia e di guida locale parlante italiano
Tasse e percentuali di servizio
Assicurazione medico-bagaglio

 

Le quote non includono
Le tasse del biglietto aereo internazionale
Le bevande, i pasti non menzionati
Le mance, le spese di carattere personale, eventuali tasse d’imbarco in uscita e tutto quanto non indicato nella voce “Le quote includono”
Tessera associativa TCI socio e familiare

Giorno

1

Italia – Il Cairo

Partenza dall’Italia con volo di linea per il Cario. All’arrivo incontro con la guida e trasferimento in hotel.

Giorno

2

Il Cairo – Alessandria

Prima colazione. Partenza per Alessandria, seconda città del paese e grande centro culturale dell’antichità, fondata da Alessandro Magno nel 322 a.c. Si comincia la visita dalla nuovissima biblioteca, erede di quella del periodo tolemaico, per proseguire con il Museo greco-romano e le catacombe di Kom El Shuqafa. Seconda colazione. Si conclude la vista con il medievale Forte Qait Bey e la sorprendente “colonna di Pompeo”, in realtà edificata in onore dell’imperatore Diocleziano, in granito rosa e alta 25 metri. Cena e pernottamento.

Giorno

3

Alessandria – El Alamein – Siwa

Prima colazione. Partenza in direzione ovest costeggiando le sponde del Mediterraneo. Arrivo alla celebre località di El Alamein, luogo della grande battaglia della Seconda Guerra Mondiale tra l’esercito inglese e quello italo-tedesco. Visita del museo e del toccante cimitero di guerra. Seconda colazione. Proseguimento tra le dune del Sahara per l’oasi di Siwa, famosa nell’ antichità per la presenza dell’oracolo del dio Amon al quale anche Alessandro Magno si rivolse per affermare le sue radici divine. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

Giorno

4

Siwa

Prima colazione. Intera giornata dedicata alla visita dell’oasi di Siwa, uno dei luoghi più pittoreschi del paese con la sua moltitudine di palme e piccoli villaggio edificati con mattoni crudi, intervallati da ruscelli, sorgenti e campi coltivati. Si visita la città vecchia risalente al XII secolo, chiamata Shali e le rovine del tempio di Amon, sede del leggendario oracolo. Seconda colazione. Successivamente breve sosta ai “bagni di Cleopatra” per poi proseguire con Gebel Al Matwa, dove si trova una necropoli risalente all’epoca tolemaica e romana. Cena e pernottamento.

Giorno

5

Siwa – Cairo – Assuan

Prima colazione. Giornata dedicata al lungo trasferimenti di rientro al Cairo con pranzo lungo il tragitto. Arrivo e partenza con volo per Assuan. Cena e pernottamento.

Giorno

6

Assuan

Prima colazione. Visita al tempio tolemaico di File: consacrato alla dea Iside, è uno dei templi più belli e scenografici, smantellato e ricostruito in una piccola isoletta al fine di proteggerla dopo la costruzione della diga di Assuan; il complesso, altamente spettacolare, oltre al tempio di Iside include altri monumenti come il tempietto di Nectanebo e l’elegante chiosco di Traiano. Terminata la visita e dopo una breve sosta alla grande diga imbarco sulla motonave. Cena e pernottamento a bordo.

Giorno

7

Assuan – Kom Ombo – Edfu – Luxor

Prima colazione. In mattinata partenza per Kom Ombo: costruito nel periodo tolemaico e romano, è dedicato alle due divinità di Sobek e Haroeris e caratterizzato dalla bella sala ipostila con otto grandi colonne con capitelli a forma di loto e visita del tempio. Proseguimento per Edfu, il sito archeologico tra i meglio conservati del paese, dedicato ad Horus e costruito in età greco-romana: straordinario il grandioso pilone monumentale e due splendide sale ipostile. Rientro sulla motonave e pranzo. Nel pomeriggio la navigazione prosegue per Esna, con arrivo a Luxor in serata. Cena e pernottamento.

Giorno

8

Luxor

Prima colazione. Mattinata dedicata alla visita delle necropoli dell’antica Tebe, situate sulla riva occidentale del Nilo: si inizia dai colossi di Memnone, e si prosegue poi con la visita di alcune tombe della Valle dei Re e delle Regine. La mattina si conclude con la visita dello scenografico tempio della regina Hatshepsut a Deir El Bahari. Rientro sulla motonave e pranzo. Nel pomeriggio visita degli straordinari templi di Luxor e Karnak. Il primo si trova sulla riva del Nilo, circondato da edifici moderni ed edificato da Ramses II e Amenofi III. Il Santuario di Karnak, situato a pochi chilometri, è probabilmente il complesso monumentale più grandioso mai costruito, con uno sviluppo che proseguì per 1500 anni. Cena e pernottamento.

Giorno

9

Luxor – Il Cairo

Prima colazione. Sbarco e partenza con volo per il Cairo. Giornata dedicata alla visita della capitale, Il Cario. Nella prima tappa si ammirerà il celebre Museo Egizio, la più grande e straordinaria collezione raccolta di reperti ed opere d’arte dell’ antico Egitto. Seconda colazione. Nel pomeriggio escursione a El Giza, per la visita delle spettacolari Piramidi di Cheope, Chefren e Micerino e dell’enigmatica Sfinge, figura leonina dal volto umano, che le sorveglia. Cena e pernottamento.

Giorno

10

Il Cairo – Italia

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di rientro per l’Italia.

Clima
La primavera in Egitto va da settembre a maggio, i mesi più caldi sono giugno, luglio ed agosto. Il caldo è intenso ma asciutto e sopportabile. Il periodo consigliato per recarsi in Egitto va da novembre a fine marzo, quando a nord il clima è soleggiato e con rare piogge, mentre a sud è secco e temperato. Le piogge sono pressochè scarse. Nelle zone desertiche vi sono forti escursioni termiche tra il giorno e la notte. In aprile soffia il Khamasin, il vento che porta con sè la sabbia del deserto. Nella capitale si può incontrare qualche giornata fresca in gennaio e febbraio. Per le località del Mar Rosso e Hurghada, i mesi più belli sono maggio e ottobre, anche l’estate è piacevole nonostante sia abbastanza calda, è sconsigliato l’inverno.

 

Fuso
Un’ora in più rispetto all’Italia durante l’ora solare.

 

Sanità
Gli standard medico-sanitari locali non sempre sono paragonabili a quelli europei, e le strutture private presentano costi elevati per ogni tipo di assistenza, cura o prestazione erogate. Previo parere medico, si consiglia la vaccinazione contro epatite A e B, tetano e febbre tifoide. Risulta elevato il rischio di infezioni intestinali. Si consiglia di lavare accuratamente gli alimenti (soprattutto frutta e verdura) e di fare particolare attenzione alle condizioni igieniche dei luoghi in cui si consumano i pasti; bere inoltre solo acqua minerale e bibite in bottiglia senza aggiungere il ghiaccio. Si raccomanda di stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che preveda la copertura delle spese mediche e l’eventuale rimpatrio aereo sanitario del paziente.

 

Documenti
Per viaggi in Egitto il passaporto deve essere valido per almeno sei mesi ed avere due pagine libere, oppure  la carta d’identità valida per l’espatrio e due fototessere da portare con sé; il visto viene rilasciato all’ingresso nel paese, con l’inserimento di una marca da bollo. Importante: nel caso di viaggi nel deserto (i tour nelle oasi egiziane) è necessario partire esclusivamente con il passaporto e l’invio di copia dello stesso presso i nostri uffici almeno 10 giorni prima della partenza del viaggio.

 

Mance
Sono indispensabili per ottenere un buon servizio e sono da considerarsi obbligatorie. Sulle tabelle dei prezzi è indicato l’ammontare delle mance per ogni singolo programma.

 

Elettricità
220/240 volts. Vengono usati diversi tipi di presa, è  consigliabile di munirsi di un’adattatore universale.

 

Prefisso telefonico
Prefisso dall’Italia 0020, prefisso per l’Italia 0039. Diffusa e ben funzionante la telefonia mobile, affidata a privati (Vodafone, Orange e Etisalat). L’introduzione in Egitto di un cellulare per uso personale non è soggetta ad alcuna formalità. In genere i cellulari italiani ricevono regolarmente in Egitto, ma è bene verificare prima della partenza con il proprio gestore.

 

Trasporti
Esistono reti di comunicazione di modeste dimensioni che a causa del tempo atmosferico possono presentarsi coperte di sabbia. La situazione sulle strade è complicata dal tipo di guida degli abitanti. Esiste anche un servizio di taxi collettivo da una città all’altra. Le ferrovie collegano le principali città ma non è un mezzo all’avanguardia poiché non vi è rete elettrica su tutto il territorio (molti treni consumano nafta). Si può concludere che, nonostante siano presenti, le infrastrutture sono poco presenti.

 

Moneta
La valuta egiziana è la Sterlina Egiziana, divisa in Piastre; 1 Euro equivale a circa 7 Sterline egiziane. Sono accettate facilmente le carte di credito. È consigliabile portare con sè unicamente Euro o Dollari USA.

Prezzo

da € 1.930 a persona in camera doppia

Richiedi info

Il tuo nome*

La tua email*

Il tuo messaggio

Facendo clic su "Invia", accetto la Informativa sulla privacy.

Categoria
Africa, Tour di gruppo
0
Connecting
Please wait...
Invia Messaggio

Attualmente non siamo online, lasciate un messaggio e vi contatteremo al più presto.

Nome
* Email
* La tua domanda
Chat

Hai bisogno di aiuto? Scrivici qui!

* Nome
Siamo online!
Feedback

Help us help you better! Feel free to leave us any additional feedback.

How do you rate our support?